Tag

, , , ,

“Da dove viene a costui questa sapienza e questi miracoli? Non è egli forse il figlio del carpentiere?”

Vangelo secondo Matteo 13,55

San Giuseppe era un carpentiere, aveva una bottega dove lavorava il legno. Era un lavoratore, uno che forgiava il legno, applicando quella che per i greci era τέχνη cioè tecnica, capacità pratica di applicare le proprie conoscenze e la propria esperienza per modellare un oggetto, il prodotto del proprio lavoro.

San Giuseppe viene descritto come un uomo buono, oltre che lavoratore, e in molte iconografie viene descritto con un bastone in mano. Un bastone da cui fioriscono dei gigli, prova della sua purezza e della sua devozione.

“San Giuseppi giustu e santu,

fustivu u sposu da Vergini Santa,

fustivu sposu, fustivu gigliu

datini aiutu e un bonu cunsigliu.” Antica preghiera siciliana

“San Giuseppe giusto e santo,

siete stato lo sposo della Vergine Santa,

siete stato sposo, siete stato giglio

dateci aiuto e un buon consiglio”